Elaborati di aggiornamento della cartografia

Versione stampabile
Predisposizione dell'elaborato grafico dell'area in trasformazione

Di seguito sono riportate le istruzioni per produrre gli elaborati cartografici per l'aggiornamento del database topografico ai sensi della Legge Regionale 11 Marzo 2005 n. 12

Allegato all'istanza o comunicazione edilizia viene trasmesso l'elaborato grafico dell'area in trasformazione: il file di disegno, in formato dxf o shape file, su base cartografica georeferenziata scaricata dal SIT, deve contenere necessariamente un solo oggetto poligonale chiuso disegnato con il livello F304-AREA IN TRASFORMAZIONE che definisca la porzione di territorio interessata dall'intervento. All'interno del poligono chiuso così definito potrà essere rappresentato l'intervento di progetto utilizzando i livelli, le tipologie di oggetto e di linee che il progettista riterrà necessari.

Gli elaborati vengono trasmessi dal comune all'Ufficio cartografia di Secoval, che inserisce il progetto tra gli interventi in atto rendendolo disponibile per la consultazione attraverso il servizio di consultazione della cartografia.

Predisposizione dell'elaborato grafico dell'area trasformata

Allegato alla dichiarazione di fine lavori viene trasmesso l'elaborato grafico dell'area trasformata: il file di disegno, in formato dxf o shape file, su base cartografica georeferenziata scaricata dal SIT, dovrà contenere tutti gli elementi necessari all'aggiornamento del Database Topografico (DBT) e dovrà necessariamente contenere un oggetto poligonale chiuso disegnato utilizzando il livello F304-AREA TRASFORMATA, non dovrà essere disegnato nessun altro oggetto utilizzando questo livello. All'interno del poligono sopra descritto dovranno essere rappresentati i dati relativi a:

  • sagome degli edifici, così come sono stati effettivamente realizzati;
  • identificazione delle unità volumetriche costituenti l'edificio con indicazione per ciascuna di esse della quota in gronda e dell'altezza relativa calcolata rispetto alla quota media a terra dei vertici dell'edificio (in assenza di questo dato si consideri la quota del primo piano di calpestio fuori terra; le quote saranno indicate utilizzando etichette rappresentate nello stesso livello dell'unità volumetrica ovvero, se vengono utilizzati sistemi GIS, inserite nell'opportuno campo della classe di oggetti delle unità volumetriche;
  • disegno dei manufatti edilizi quali box, edifici minori in muratura, muri di sostegno e simili;
  • disegno degli elementi divisori quali le recinzioni;
  • disegno dei manufatti relativi ad opere idrauliche e di sistemazione idraulica e di difesa del suolo;
  • disegno delle aree di cava e di discarica;
  • trasformazioni apportate alla viabilità;
  • trasformazioni del bosco;
  • limite dell'area stradale;
  • limite dell'area di circolazione veicolare;
  • limite dell'area di circolazione pedonale;
  • limite dell'area di circolazione ciclabile;
  • disegno dei manufatti relativi alla viabilità (isole spartitraffico, aiuole, rotatorie);

nel caso in cui siano stati materializzati vertici di rete o capisaldi topografici, si richiede la rappresentazione degli stessi e la trasmissione delle relative monografie.

Clicca qui per consultare la tabella con le specifiche di rappresentazione per le diverse classi di oggetti.

Gli elaborati vengono trasmessi dal comune all'Ufficio cartografia di Secoval, che provvede ad aggiornare il SIT e a rendere disponibili le modifiche attraverso il servizio di consultazione della cartografia.

 

 

 

 

AllegatoDimensione
Tabella_oggetti_SIT.pdf269.71 KB